Sviluppo, paesi ricchi non onorano le promesse di aiuti - Ocse

mercoledì 17 febbraio 2010 17:31
 

PARIGI, 17 febbraio (Reuters) - I paesi ricchi, Italia, Germania e Giappone in primis, non riusciranno ad onorare le promesse di aiuti economici fatte cinque anni fa con il continente africano.

Lo dichiara un rapporto dell'Ocse, Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, in cui si sostiene che le donazioni effettive dovrebbero essere inferiori a quelle ipotizzate di circa 15 miliardi di euro (21 miliardi di dollari).

L'Africa sosterrà il peso maggiore, ricevendo soltanto 8,7 degli oltre 18 miliardi di euro previsti al G8 scozzese del 2005, quando molti paesi promisero di raddoppiare gli aiuti.

"Una donna muore di parto ogni minuto in qualche posto nel mondo per cure mediche inadeguate mentre 72 milioni sono i bambini che non vanno a scuola", dice Angel Gurria, segretario generale dell'Ocse.

Ocse prevede che l'Italia raggiunga soltanto il 20% dell'obiettivo originario, la Grecia il 21%, l'Austria il 37%, la Germania il 40% e la Francia il 46%.

D'altra parte, ci sono anche paesi che, nonostante la crisi, dovrebbero raggiungere e superare il loro obiettivo. Svezia e Lussemburgo dovrebbero versare rispettivamente il 103% e il 100% delle cifre dichiarate nel 2005.