PUNTO 1 - Grecia in sciopero, polizia lancia lacrimogeni

mercoledì 10 febbraio 2010 14:14
 

(aggiunge contesto, dettagli e dichiarazioni)

ATENE, 10 febbraio (Reuters) - La polizia ha lanciato lacrimogeni su migliaia di dipendenti pubblici che stanno protestando nel centro di Atene durante lo sciopero di 24 ore indetto dai lavoratori del settore contro le misure del governo, obbligando alla chiusura molte scuole e al rinvio di molti voli aerei.

"Agenti hanno sparato lacrimogeni quando operatori ecologici hanno provato a superare con i loro camion un cordone della polizia per unirsi al corteo", ha detto un agente di polizia a Reuters. Alcuni manifestanti hanno risposto lanciando pietre ma l'episodio è stato superato velocemente, ha aggiunto.

La maggioranza dei manifestanti era pacifica, buon segnale per investitori ed economisti europei che stanno seguendo con attenzione lo sciopero.

I mercati finanziari sono oggi in ripresa mentre l'Unione Europea sta discutendo la possibilità di salvare la Grecia.

Bruxelles ha però ripetuto più volte che il governo socialista è chiamato a tagliare i salari e ad aumentare le tasse, non curandosi dell'opposizione dei sindacati.

Circa 5.000 membri del sindacato dei dipendenti statali Adedy ha marciato sotto la pioggia fino al parlamento sventolando striscioni con scritte come "Non pagheremo il prezzo della crisi". L'organizzazione, che conta 500.000 iscritti, chiede al governo di intraprendere misure d'emergenza, congelando salari e pensioni.

"Queste misure sono ingiuste e noi continueremo la nostra opposizione fino a quando il governo non cambierà le sue politiche", dice Ilias Iliopoulos, segretario generale di Adedy.

Iliopoulos sostiene che il 70% degli iscritti al sindacato ha partecipato allo sciopero, sebbene molti dipendenti statali siano ai loro posti nei ministeri e nelle scuole.   Continua...