Tremonti a cena con Berlusconi e Bossi, "parleremo di amicizia"

sabato 19 dicembre 2009 11:04
 

ROMA, 19 dicembre (Reuters) - Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti ha confermato che questa sera vedrà a cena il premier Silvio Berlusconi, convalescente dopo l'aggressione subita domenica scorsa a Milano, e il leader della Lega Nord e ministro delle Riforme Umberto Bossi, ma ha detto che a tavola non si parlerà di politica.

"Avendo una qualche esperienza in ordine a questo tipo di incontri ed essendo Natale le posso assicurare che parleremo di tutto, ma non di politica - ha detto Tremonti in un'intervista pubblicata oggi dal quotidiano 'Il Giornale ' - Per la verità parleremo di una cosa che per noi è importante anche in politica: l'amicizia".

Nella lunga intervista al quotidiano di proprietà del fratello del premier, il ministro ha difeso la decisione del governo di non "allentare" la disciplina di bilancio per nuovi investimenti, affermando che "la crisi ci ha mangiato 6 punti di Pil. 90 miliardi di euro di cui 70 per mancate esportazioni.... E sui conti pesa il costo del maggior debito che è poi la nuova tassa che ci viene imposta dalla crisi. Una tassa che non possiamo evadere".

Tremonti ha anche difeso lo scudo fiscale - con la seconda tornata di applicazione varata dal governo per il 2010 - e ha ipotizzato il possibile varo di strumenti bancari e societari per attirare imprese estere: "In Europa i 'modelli' giuridici circolano liberamente e non vedo perché anche noi non possiamo utilizzare questa libertà. Dalle nostre informative risulta che molte agenzie governative di Paesi Ue si rivolgono alle nostre imprese promuovendo l'offerta dei loro modelli giuridici presentati come più vantaggiosi dei nostri. Dobbiamo stare fermi o fare qualcosa anche noi?".