Dubai, governo non garantisce debito di Dubai World

lunedì 30 novembre 2009 12:45
 

DUBAI, 30 novembre (Reuters) - Il governo del Dubai non garantirà il debito della holding pubblica Dubai World.

Lo ha detto a Dubai tv Abdulrahman al-Saleh, direttore generale del dipartimento delle Finanze, aggiungendo che le banche locali non hanno bisogno di ulteriori iniezioni di liquidità da parte della banca centrale.

Il funzionario ha inoltre definito "esagerata" la reazione dei mercati e non in linea con l'entità del problema debitorio di Dubai World.

La ristrutturazione della holding pubblica, secondo il funzionario, avrà inoltre delle ripercussioni per i creditori nel breve termine ma dei benefici sul lungo periodo. In ogni caso, i creditori devono assumersi la responsabilità delle proprie decisioni nella concessione del credito.

"I creditori devono assumersi parte della responsabilità per la loro decisione di dare credito a queste società. Pensano che Dubai World faccia parte del governo, che non è corretto", ha detto.

La conglomerata Dubai World la settimana scorsa ha chiesto per sè e per la società immobiliare Nakheel una moratoria di sei mesi per il rimborso di miliardi di debito allo scopo di procedere alla ristrutturazione delle proprie attività.

((Redazione Milano, +39 02 66129638; RM: mariapia.quaglia.reuters.com@reuters.net; email: mariapia.quaglia@thomsonreuters.com))

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano

Top news anche su www.twitter.com/reuters_italia