Epifani: Cgil pronta a sciopero generale contro governo

sabato 14 novembre 2009 18:23
 

ROMA, 14 novembre (Reuters) - Dal palco della manifestazione della Cgil a piazza del Popolo a Roma, il segretario generale del primo sindacato italiano, Guglielmo Epifani, ha invitato oggi Cisl e Uil ad unirsi in uno sciopero generale, se il governo non manterrà la sua promessa di abbassare le tasse ai lavoratori dipendenti.

"Nei giorni scorsi Cisl e Uil avevano detto che se il governo non avesse affrontato una riduzione fiscale sul lavoro dipendente e sulle pensione, avrebbero fatto uno sciopero generale", ha detto Epifani nel suo discorso a conclusione di una manifestazione della Cgil, a cui hanno partecipato 100.000 persone secondo gli organizzatori.

"Ora chiedo a Cisl e Uil un giudizio sui provvedimenti del governo e da questa piazza dico che la Cgil è pronta e in prima fila per lo sciopero generale".

La manifestazione è stata organizzata per protestare contro l'asserito lassismo del governo nel difendere i lavoratori dalla crisi economica, che avrebbe bruciato, ha detto oggi Epifani, 570.000 posti di lavoro, di cui 300.000 di precari.

Il governo ha varato giovedì scorso un decreto per ridurre l'acconto dell'Irpef di novembre, che vale 3,6 miliardi, e coperto dal gettito atteso dallo scudo fiscale, ma la misura non è stata giudicata sufficiente dalla Cgil.