PUNTO 1 -Ripresa disomogenea, mantenere stimoli - comunicato G20

sabato 7 novembre 2009 19:18
 

(riscrive attacco dopo diffusione comunicato finale ministri e banchieri)

ST ANDREWS, 7 novembre (Reuters) - Ministri finanziari e banchieri centrali del Gruppo dei Venti ritengono la ripresa disomogenea e non ancora sufficientemente consolidata da permettere la rimozione delle misure straordinarie di sostegno alla crescita e alla domanda.

Questo il messaggio principale del comunicato finale della riunione scozzese di ieri e oggi.

"Le condizioni economiche e finanziarie sono migliorate in seguito alle nostre risposte coordinate alla crisi. Comunque, la ripresa non è uniforme e resta dipendente dal sostegno della politica, mentre desta preoccupazione l'elevato tasso di disoccupazione" recita il punto 2. del comunicato finale.

"Al fine di rimettere in salute l'economia globale e il sistema finanziario, abbiamo concordato di mantenere il sostegno finché la ripresa non sarà accertata" aggiunge.

Si tratta di una conclusione perfettamente in linea alle ultime valutazioni di Fondo monetario internazionale e G7, oltre a esprimere la posizione dei ministri europei in sede di Eurogruppo ed Ecofin e della stessa Commissione, che ha peraltro recentemente rivisto al rialzo le proprie stime macro per il vecchio continente.

Emerso con il vertice di settembre a Pittsburgh, il "nuovo approccio" G20 per quanto concerne la cornice per una crescita 'solida, sostenibile e bilanciata' - sempre secondo il comunicato finale - è riflesso nell'impegno all'adozione di una tabella di marcia dettagliata e l'avvio di un nuovo processo di reciproca valutazione nella realizzazione delle politiche.

Padrona di casa, attraverso il premier Gordon Brown Londra arriva inoltre a chiedere una riflessione "urgente" sull'idea di un'imposta sulle transazioni finanziarie da destinare a un fondo per eventuali salvataggi bancari.