Irlanda, elettori oggi alle urne per referendum trattato Lisbona

venerdì 2 ottobre 2009 08:24
 

DUBLINO, 2 ottobre (Reuters) - Il futuro dell'Unione Europea è per la seconda volta nelle mani degli elettori irlandesi, oggi chiamati alle urne per il referendum sul Trattato di Lisbona. In caso di una nuova vittoria dei no, il blocco rischierebbe di precipitare nella crisi.

Bruxelles spera che l'Irlanda - dove vive meno dell'1% del mezzo miliardo di persone che abitano l'Ue - ratifichi la carta dopo la bocciatura dell'anno scorso.

Secondo i sondaggi, questa volta dovrebbero prevalere i sì, dopo che il governo si è assicurato alcune concessioni da Bruxelles; pesa inoltre tra gli irlandesi la paura di rimanere isolati nel periodo di recessione. Rimangono però i timori che i sentimenti antigovernativi influiscano sul voto.

"Penso che ci sarà un rovesciamento dell'ultimo voto, quindi i sì saranno il 53%, i no il 47% e l'affluenza rimarrà costante", spiega Hugo Brady, analista politico irlandese membro del think-tank Centre for European Reform.