Berlusconi: mai pensato a elezioni anticipate, ho mandato 5 anni

martedì 15 settembre 2009 23:29
 

ROMA, 15 settembre (Reuters) - Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi non ha mai pensato ad elezioni anticipate.

Nel corso della trasmissione Porta a Porta, il premier -- alla domanda se avesse mai pensato a elezione anticipate -- ha risposto: "Mai pensato. Con la grande maggioranza che abbiamo non credo sia un bene per l'Italia andare a nuove elezioni", ha detto Berlusconi.

"Gli italiani si sono espressi, ci hanno dato mandato a governare per cinque anni. Per quanto mi riguarda intendo portare a termine il mio mandato fino alla fine dei cinque anni", ha aggiunto.

Quanto alle esternazioni del leader della Lega Umberto Bossi degli ultimi giorni, Berlusconi ha ribadito "Bossi sbaglia ma deve parlare alla sua gente".

Sul fronte di una possibile alleanza con l'Udc, il premier ha detto: "Non c'è stato mai nessun dialogo con Cesa e Casini".

"Leggo quello che anche lei legge, ho visto la manifestazione Udc con questa politica dei due forni. Io sono su posizione opposta. Per me contano i principi e i programmi. Penso che l'Udc debba allearsi con partiti che condividano i suoi principi e programmi", ha detto Berlusconi

"Mi parrebbe logico e conseguente che l'Udc, che fa parte del Partito popolare europeo, anche in Italia si alleasse con noi senza fare calcoli di convenienza, senza andare ad allearsi con la sinistra dove in alcune regioni possano venire a casa degli assessori", ha concluso.