PUNTO 1- Franceschini diserta Porta a porta. Vespa: pretestuoso

martedì 15 settembre 2009 13:21
 

(aggiorna con replica di Vespa)

ROMA, 15 settembre (Reuters) - Il segretario del Partito democratico Dario Franceschini ha inviato una lettera al giornalista Bruno Vespa con la quale comunica di rifiutare l'invito alla trasmissione di Porta a Porta prevista per il 23 settembre perché sarebbe stato chiamato per bilanciare la presenza del premier Silvio Berlusconi di stasera.

"Leggo ora alcune sue dichiarazioni secondo le quali la mia presenza a Porta a Porta sarebbe da intendere come una sorta di par condicio per coprire l'incredibile scelta della Rai di stravolgere i palinsesti dell'azienda allo scopo di garantire al presidente del Consiglio una vetrina strumentalizzando e spettacolarizzando il dramma dei terremotati d'Abruzzo", ha scritto Franceschini, che già aveva dato la sua disponibilità.

"E' un'operazione grave di cui non posso e non voglio rendermi complice in nessun modo", conclude il segretario.

La Rai ha deciso di togliere dal palinsesto la prima puntata di Ballarò su RaiTre per dare spazio a un'edizione straordinaria in prima serata di Porta a Porta su RaiUno, alla quale parteciperà Berlusconi.

"Le motivazioni del suo rifiuto mi paiono pretestuose", ha risposto a stretto giro di mail Vespa.

"Non le consento di definire una nostra trasmissione che lei non ha ancora visto come una vetrina al servizio del presidente del Consiglio. Esigo da lei lo stesso rispetto rivolto ad altre trasmissioni che dal pluralismo di Porta a porta hanno tutto da imparare", ha aggiunto il conduttore.