Decreto Ue, cambierà testo su made in Italy, utility - fonte

sabato 12 settembre 2009 11:11
 

S.MARTINO IN CAMPO, Perugia, 12 settembre (Reuters) - I tecnici di alcuni Ministeri stanno ancora lavorando al testo del decreto legge sulle infrazioni comunitarie esaminato dal consiglio dei ministri mercoledì scorso, in particolare sulle parti riguardanti le nuove norme sulle gare per la gestione dei servizi pubblici locali e quelle sul made in Italy.

Per il testo definitivo del decreto bisognerà quindi attendere ancora, almeno il weekend.

Lo hanno riferito a Reuters fonti di governo, aggiungendo che il testo definitivo non è dunque ancora disponibile, ma esistono diverse versioni dei temi ancora in discussione.

Le parti sulle quali il testo è stato rivisto e ridiscusso a livello tecnico, secondo le fonti, "sono tre: le municipalizzate, la tassazione sui fondi e il made in Italy".

Su questi temi sono apparsi in questi giorni sui giornali diverse anticipazioni, "ma per vedere il testo definitivo bisognerà ancora aspettare".