3 settembre 2009 / 10:52 / 8 anni fa

Grecia, premier chiede elezioni anticipate: scelta rischiosa

di Ingrid Melander

ATENE, 3 settembre (Reuters) - Il primo ministro greco Costas Karamanlis inizia oggi una difficile campagna elettorale dopo aver chiesto elezioni parlamentari anticipate, puntando a un nuovo mandato per affrontare la crisi economica.

L'indice .ATG di riferimento della borsa greca perdeva il 3% alle 10:19 (ora italiana), una delle maggiori perdite in Europa, su timori di incertezza politica e che nessun partito riesca a ottenere una vittoria netta.

Le elezioni non erano attese prima del 2011, ma i socialisti all'opposizione avrebbero spinto per elezioni anticipate a marzo, in una situazione politica probabilmente di maggiore incertezza, per cui il premier ha preferito fare una mossa rischiosa e scegliere una data anche se attualmente i conservatori risultano indietro nei sondaggi rispetto al partito avversario socialista Pasok.

"Ho fallito, ma votate di nuovo per me!", recita il titolo in prima pagina del quotidiano di sinistra Ta Nea.

La popolarità del governo -- già in calo a causa del malcontento per la crisi economica e degli scandali che affliggono il paese -- si è ridotta ulteriormente dopo le critiche per la gestione degli incendi nei boschi di Atene il mese scorso.

Attentati come quello avvenuto ieri fuori dalla borsa di Atene -- che la polizia sospetta sia opera di gruppi anarchici o di sinistra -- hanno ulteriormente diminuito i consensi al governo.

SCELTA RISCHIOSA

Karamanlis incontrerà il presidente per chiedere il suo consenso e annunciare la data delle elezioni anticipate, che secondo fonti governative si terranno il 4 ottobre.

"Le conseguenze della crisi economica sono visibili ... Per prendere le misure necessarie si impone una soluzione: chiarire il panorama politico e avere un nuovo mandato popolare", ha detto ieri Karamanlis in un discorso trasmesso in tv per annunciare la decisione.

L'economia greca -- vista dagli investitori come la più debole della zona euro -- affronta quest'anno la prima recessione dal 1993, e il suo debito nazionale sta lievitando.

Il mercato azionario greco ha reagito male alla notizia.

"Il mercato azionario è in calo perché gli investitori temono che il partito vincitore non riesca a ottenere una maggioranza assoluta", ha detto a Reuters Takis Zamanis, della Beta Securities.

Il socialista Pasok potrebbe non riuscire a ottenere voti sufficienti per formare un governo da solo, spingendo la Grecia in una situazione di incertezza politica in un momento già difficile a causa della crisi economica globale.

I conservatori sono 6 punti dietro all'opposizione socialista nei sondaggi. Ma secondo gli analisti, la Nuova Democrazia avrebbe potuto subire una sconfitta anche peggiore se avesse aspettato ancora, vista la recessione che attanaglia sempre di più il paese.

"Il primo ministro ha preso una decisione politicamente rischiosa. Il Pasok parte indubbiamente avvantaggiato in questa campagna", ha detto l'esperto di politica Takis Theodorikakos.

Il leader del Pasok George Papandreou, che presenta un programma economico basato su una "crescita verde", ha detto: "E' ora di iniziare un nuovo corso ... Abbiamo forza e coraggio sufficienti a scontrarci con qualsiasi cosa affligga nostro paese".

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below