Giappone, opposizione punta a formare governo entro 20 settembre

lunedì 24 agosto 2009 12:26
 

TOKYO, 24 agosto (Reuters) - Il Partito democratico all'opposizione in Giappone, che i sondaggi danno per favorito alle elezioni di domenica, in caso di vittoria intende formare il governo entro tre settimane dal voto così da poter partecipare all'assemblea generale delle Nazioni Unite.

Lo ha riferito oggi un leader del partito.

I sondaggi prevedono che il Partito democratico del Giappone di Yukio Hatoyama, fondato dieci anni fa, vincerà le elezioni del 30 agosto con una larga maggioranza, rovesciando il Partito liberal-democratico (Pld) per la seconda volta dalla sua fondazione nel 1955.

Il consenso per il Pld si è logorato quattro anni dopo la schiacciante vittoria riportata alle ultime elezioni alla guida del carismatico Junichiro Koizumi, a seguito di una serie di scandali, errori politici e per non aver affrontato i problemi di una popolazione che invecchia rapidamente.

Riflettendo questa tendenza, un sondaggio dell'agenzia stampa Kyodo diffuso oggi ha rilevato che il 43% degli elettori indipendenti, il cui peso è cresciuto nelle ultime elezioni, dovrebbero optare per i democratici rispetto al 15,8% che si è detto a favore dei liberaldemocratici.

Il vice responsabile del programma del partito democratico, Tetsuro Fukuyama, ha detto oggi che se non sarà insediato un nuovo governo entro il 20 settembre, sarà impossibile per il nuovo premier partecipare all'assemblea generale delle Nazioni Unite del 23 settembre.

"Come nel programma generale, penso che formeremo un governo entro quella data", ha detto Fukuyama in conferenza stampa.

Fukuyama ha aggiunto che, in caso di vittoria dei democratici, il governo si concentrerebbe anche sull'economia giapponese, che sta emergendo dalla sua più lunga recessione in 60 anni, per verificare le basi di una effettiva ripresa.

L'economia giapponese è tornata a crescere nel secondo trimestre ma gli analisti prevedono una strada in salita.