Scenari: possibili ricadute dell'influenza suina sui mercati

lunedì 27 aprile 2009 20:57
 

LONDRA, 27 aprile (Reuters) - L'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) ha proclamato un'"emergenza per la salute pubblica con preoccupazione internazionale" per l'epidemia di influenza suina in Messico.

Gli esperti internazionali si sono riuniti oggi per dare il proprio parere all'Oms sull'eventuale innalzamento dell'attuale livello di allerta pandemica per l'influenza suina da 3 a 4 o a un livello ancora superiore (la scala prevede 6 gradi).

Quelle che seguono sono le definizioni dell'Oms per i differenti livelli di allerta e per le possibili conseguenze per i mercati finanziari legati a ogni livello nel caso della "influenza suina".

LIVELLO 2 - Il virus influenzale animale che circola tra animali addomesticati o selvaggi è noto per aver provocato infezioni negli esseri umani, ed è considerato una potenziale minaccia pandemica.

- L'impatto sui mercati finanziari è limitato alle specifiche aziende o agli specifici settori dei paesi direttamente colpiti dall'epidemia.

LIVELLO 3 (attuale) - Un virus influenzale animale o umano-animale "riassortante" ha causato casi sporadici o piccoli focolai nelle persone, ma non si è trasformato in una trasmissione da umano a umano sufficiente a produrre una epidemia a livello di comunità.

- L'impatto sul mercato è limitato a oscillazioni a breve termine che durano pochi giorni, sebbene potrebbero verificarsi altre scosse per i prezzi degli asset se i governi o i più importanti enti di previsione tagliassero le prospettive di crescita.

- I mercati azionari globali risentono di moderati blocchi temporanei, con performance minori in certi settori (trasporti, viaggi, tempo libero e commodity), considerati più vulnerabili a ulteriori perdite negli scambi.

- Minori flussi nel mercato dei bond provocherebbero cali moderati nel rendimento.   Continua...