PUNTO 2 - Russia e Usa cercheranno accordo per ridurre armamenti

mercoledì 1 aprile 2009 17:43
 

(aggiunge dichiarazioni Usa sui disaccordi; dettagli sulle testate)

Di Oleg Shchedrov and Caren Bohan

LONDRA, 1 Aprile (Reuters) - Russia e Stati Uniti cercheranno un accordo per la riduzione degli armamenti, riducendo i livelli di quelli nucleari al di sotto dei limiti concordati nel 2002.

In una dichiarazione congiunta, il presidente Usa Obama e quello russo Medvedev hanno detto di aver ordinato ai negoziatori di dar conto dei primi risultati in luglio, quando Obama si recherà a Mosca in visita.

"Negli anni passati ci sono state delle tensioni tra i nostri due paesi e si stava viaggiando nella direzione sbagliata", ha detto Medvedev dopo un meeting in cui si sono trovati molti punti in comune ma in cui sono emerse anche alcune posizioni divergenti, stando a quello che riporta un funzionario Usa.

"Gli errori del passato non sono stati nell'interesse né della Russia, né degli Stati Uniti né della stabilità globale. Abbiamo deciso di aprire una nuova pagina per quanto riguarda i nostri rapporti, prendendoci le rispettive responsabilità per la situazione mondiale", ha continuato Medvedev.

Obama ha confermato che sono in atto con la Russia "dialoghi costruttivi" su temi come la proliferazione del nucleare, il terrorismo e la stabilità economica.

I due leader si sono incontrati per la prima volta a Londra, in occasione del G20, per parlare della crisi economica globale e hanno anche riconosciuto che permangono pareri divergenti sulla guerra dello scorso anno tra Russia e Georgia e sulla proposta Usa di collocare nell'Est Europa parte del proprio scudo missilistico, cosa che Mosca considera una minaccia per la propria sicurezza.

Un funzionario del governo americano ha detto che Obama ha ribadito "con molta fermezza" che gli Usa non riconosceranno mai l'Ossezia del Sud e l'Abkhazia, due regioni pro-Russia che si sono separate dalla Georgia e che Mosca ha appoggiato e sostenuto come stati indipendenti dalla guerra dello scorso agosto.   Continua...