G20, manifestazione a Londra dà il via a settimana di proteste

sabato 28 marzo 2009 13:46
 

LONDRA, 28 marzo (Reuters) - Migliaia di manifestanti si sono radunati oggi pronti a sfilare per le vie di Londra per chiedere azioni contro la povertà, per il lavoro e il cambiamento climatico all'inizio di una settimana di proteste in vista del vertice del G20 che si terrà nella capitale britannica.

Sindacati, agenzie umanitarie, gruppi religiosi e ambientalisti si sono riuniti sotto lo slogan "Mettere prima la gente" per sollecitare i leader del mondo che parteciperanno al G20 del 2 aprile a discutere della peggiore crisi economica dagli anni Trenta.

In Gran Bretagna, i disoccupati hanno superato quota 2 milioni, i prezzi delle case sono scesi dell'11% nel giro di un anno e la produzione industriale ha registrato il peggior calo del 1981.

"Si prospetta un'estate di rabbia per la classe operaia", ha detto uno dei manifestanti, Bryan Simpson, 20 anni, impiegato di Glasgow. "Gli operai pagheranno il prezzo dei debiti delle banche".

Nonostante alcuni dei manifestanti abbiano fatto propri slogan come "Impiccate un banchiere" e "Prendere d'assalto le banche", gli organizzatori della manifestazione di Londra sostengono che l'evento di oggi sarà pacifico.

"Non abbiamo informazioni che i partecipanti vogliano ostacolare i nostri progetti, violare la legge o essere protagonisti di episodi di violenza", ha spiegato Glen Tarman, presidente degli organizzatori.

La polizia ha detto che non ci sono notizie che la manifestazione possa violare la legge anche se sono state disposte imponenti misure di sicurezza.

I manifestanti sfileranno davanti alla sede del Parlamento, alla residenza del premier Gordon a Downing Street e alla colonna di Nelson.