Usa, Obama vuole "munizioni" per il sistema finanziario

lunedì 12 gennaio 2009 22:18
 

WASHINGTON, 12 gennaio (Reuters) - Il presidente eletto degli Stati Uniti Barack Obama ha detto oggi di avere chiesto l'accesso ai restanti 350 miliardi di dollari del pacchetto di salvataggio dell'industria finanziaria da 700 miliardi, in modo da avere "munizioni" se la situazione del sistema finanziario Usa si aggravasse ulteriormente.

Obama, che entrerà in carica martedì prossimo, ha detto che la sua amministrazione concentrerà i fondi di salvataggio sulle case ipotecate e le piccole imprese rispetto a quanto ha fatto la Casa Bianca con George W. Bush.

"E' chiaro che il sistema finanziario, anche se ha fatto passi avanti rispetto a settembre, è ancora fragile", ha detto Obama ai giornalisti, spiegando perché abbia cercato adesso la seconda parte del pacchetto di salvataggio.

"Sento che sarebbe irresponsabile da parte mia, con i primi 350 miliardi di dollari già spesi, dare il via all'amministrazione senza possibili munizioni nel caso dovesse esserci una qualche emergenza o un indebolimento del sistema finanziario".

Il democratico Obama oggi ha chiesto a Bush, repubblicano, di cercare di avere l'accesso ai fondi dal Congresso. Il presidente eletto ha detto di condividere con i leader del Congresso i dubbi circa il modo in cui la prima metà del pacchetto è stata spesa.

"Molti di noi non sono soddisfatti per l'assenza di chiarezza, la mancanza di trasparenza... Il mio impegno è di cambiare fondamentalmente alcune delle pratiche in questa prossima fase del programma".