Fmi, Strauss-Khan teme insufficienza di stimoli fiscali

domenica 21 dicembre 2008 10:16
 

LONDRA, 21 dicembre (Reuters) - Secondo il capo del Fondo monetario internazionale, Dominique Strauss-Khan, un insufficiente stimolo fiscale da parte dei governi, eventualmente non in grado di contrastare il rallentamento dell'economia globale, potrebbe rendere un cattivo 2009 anche peggiore.

Strauss-Khan lo ha detto oggi ai microfoni di Bbc radio, aggiungendo che l'Fmi potrebbe dover tagliare le sue previsioni di crescita economica, attese in gennaio, parlando del 2009 "come un anno veramente brutto".

"Sono particolarmente preoccupato del fatto che le nostre previsioni, già molto nere ... potrebbero peggiorare se non ci sarà un incremento sufficiente dello stimolo fiscale", ha detto nell'intervista.

L'Fmi ha chiesto investimenti governativi più elevati e tagli temporanei delle tasse per un valore di 120.000 miliardi di dollari, o il 2% del Pil mondiale, per colmare il calo delle domanda che ha seguito il credit crunch.

La Gran Bretagna ha annunciato misure di stimolo fiscale per circa l'1% del Pil e, nonostante i livelli "inquietanti" di debito pubblico, Strauss-Khan ha detto che un maggior indebitamento pubblico è il male minore.

"La questione dei disordini sociali è stata sottolineata dai giornalisti, lo posso capire, ma non è che un aspetto del problema", ha dichiarato ancora.

"Il problema è che l'insieme della società ne andrà a risentire".