Obama si concentra sulla sanità, in arrivo Daschle

giovedì 11 dicembre 2008 08:18
 

CHICAGO, 11 dicembre (Reuters) - Il presidente eletto Usa Barack Obama si concentrerà oggi sulla sanità -- un tema chiave della sua campagna elettorale -- con la nomina dell'ex capogruppo del Senato, Tom Daschle a segretario alla Salute.

In una conferenza stampa alle 17 ora italiana, Obama dovrebbe annunciare che sarà Daschle, un democratico del Sud Dakota, a guidare la riforma del sistema sanitario Usa.

Obama, che ha sconfitto il repubblicano John McCain alle elezioni del 4 novembre grazie anche alle promesse di fornire cure mediche finanziariamente sostenibili a tutti gli americani, darà alcuni dettagli sul suo piano.

Ma sul presidente eletto si allunga l'ombra dello scandalo che ha coinvolto il governatore dell'Illinois Rod Blagojevich, arrestato martedì con l'accusa di avere cercato di vendere il seggio al Senato lasciato libero da Obama.

Obama ha chiesto a Blagojevich di dare le dimissioni e ha preso le distanze dal governatore caduto in disgrazia. Ma con ogni probabilità sarà incalzato oggi in conferenza stampa da domande sul suo rapporto con il governatore democratico e la questione aperta dalla magistratura.

Dovrà anche dare chiarimenti su come pensa di finanziare la riforma della sanità che ha un costo stimato tra i 50 e i 60 miliardi di dollari. Obama ha detto che la pagherà revocando i tagli alle tasse per gli americani che guadagnano oltre 250.000 dollari all'anno introdotti dall'amministrazione Bush e mantenendo l'imposta sugli immobili ai livelli del 2009.

Ma con la crisi economica imperante, si sono levati dubbi sulla fattibilità del piano.

Questo mese, la squadra di transizione di Obama ha dato il via all'iter della riforma sanitaria con una serie di incontri in tutto il paese per discutere con i cittadini americani di quelli che loro sentono come i maggiori problemi dell'attuale sistema.

Inoltre, il sito Internet di Obama (www.change.gov) chiede alla gente di presentare le proprie idee su come cambiare una sanità costosa e inefficiente, che lascia senza assicurazione medica 46 milioni di americani.

Il sistema sanitario Usa assorbe circa il 16% del Pil - 2300 miliardi di dollari -- ed è visto in crescita al 20% entro il 2015.