Expo 2015, nasce società di gestione. Oggi tutti i nomi del cda

lunedì 1 dicembre 2008 13:15
 

MILANO, 1 dicembre (Reuters) - Sarà firmato oggi pomeriggio a Milano l'atto costitutivo della società di gestione di Expo 2015, un "passo avanti" nella costruzione dell'evento dopo mesi di divergenze sulle nomine dei vertici.

Lo hanno detto il sindaco di Milano Letizia Moratti e il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, intervenuti a un convegno sull'ambiente di Assolombarda.

"Oggi firmiamo l'atto costitutivo, è un altro adempimento fatto. Il governo ha provveduto a stanziare i fondi necessari per le opere essenziali e ci ha messo in condizione di varare le società che oggi costituiremo", ha detto il sindaco Moratti ai giornalisti.

Il varo della società di gestione è un passo necessario per la realizzazione dell'esposizione universale, dopo mesi di divisioni politiche sulla nomina del cda, e giunge alla vigilia della relazione sullo stato di lavoro che i vertici lombardi domani terranno all'assemblea generale del Bureau International des Expositions (Bie) a Parigi, dove è atteso anche il ministro degli Esteri Franco Frattini.

"Oggi andiamo a costituire la società di gestione dell'Expo con tutti gli enti interessati. E' un altro passo avanti concreto sull'operatività", ha detto Formigoni.

"Domani saremo a Parigi per illustrare ai 154 paesi della Bie come stiamo rispettando il cronoprogramma e stiamo costruendo un'Expo che vuole essere veramente un'occasione per tutto il mondo", ha aggiunto il governatore.

Oggi pomeriggio saranno ufficializzati i nomi del cda, dopo che sono stati già annunciati i rappresentanti di Regione (Paolo Alli) e Provincia (Enrico Corali), in aggiunta a Paolo Glisenti, braccio destro del sindaco e indicato come amministratore delegato.

Resta ancora da sapere se, come riportano i media, sarà il rettore uscente dell'Università Bocconi Angelo Provasoli il rappresentante nominato dal Tesoro.

"Il nome è quello che tutti conosciamo. Aspettiamo solo la formalizzazione, questo pomeriggio verrà svelato l'arcano", ha detto oggi Formigoni ai giornalisti.

Diana Bracco, presidente di Assolombarda e indicata dai media come rappresentante della Camera di Commercio nel cda della Soge, ha detto che "la priorità è quella di far percepire che l'Expo è un evento positivo che può dare una scossa al paese nel senso della crescita in un momento così cupo".