Crisi, Epifani a governo: intervento generico e insufficiente

lunedì 24 novembre 2008 21:10
 

ROMA, 24 novembre (Reuters) - Da parte del governo vi è stata una esposizione "generica e insufficiente" sulle risorse che intende stanziare nel pacchetto anti crisi, e su come saranno divise fra lavoratori e imprese.

Lo ha detto il segretario della Cgil, Guglielmo Epifani, intervenendo alla riunione convocata dal governo per illustrare alle parti sociali le misure che saranno adottate al cdm di venerdì.

"E' necessario fare di più perché si è di fronte ad una crisi inedita", ha detto Epifani.

Per la Cgil bisogna prima affrontare "l'emergenza precari, sono tantissimi i lavoratori che stanno andando a casa".

Epifani chiede anche la sospensione della detassazione degli straordinari "che in questo momento di crisi economica non serve" e di restituire con la tredicesima il fiscal drag che costa ai lavoratori mediamente 350 euro di più all'anno.

Poi una richiesta specifica al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi: "Deve dare segnali di speranza ma senza esagerare. Se tra i segnali e la realtà ci sarà troppa distanza la gente non avrà più fiducia. Deve essere dato un chiaro segnale di responsabilità pubblica per uscire dalla crisi".

Berlusconi nei giorni scorsi ha invitato i cittadini a non perdere l'ottimismo come ricetta per far fronte alla crisi.