Auto, governo tedesco non conferma accordo su emissioni Co2

venerdì 21 novembre 2008 13:34
 

BERLINO, 21 novembre (Reuters) - Un portavoce del governo tedesco ha detto oggi di non poter confermare che quattro Paesi europei produttori d'automobili abbiano raggiunto ieri un accordo sulla riduzione delle emissioni nocive.

"Credo ci sia stato un avvicinamento delle posizioni ma non ancora un accordo definitivo", ha spiegato Thomas Steg nel corso di una conferenze stampa. "Non posso confermare la notizia che sia stato trovato un accordo. Le trattative stanno continuando".

Ieri, Reuters, citando tra l'altro fonti del governo tedesco, ha detto che i quattro Paesi avevano raggiunto un accordo dopo che l'Italia aveva dato il suo ok all'accordo tra Gran Bretagna, Francia e Germania, secondo quanto riferito da fonti governative di Roma e Berlino.

L'esecutivo dell'Unione europea ha proposto di ridurre le emissioni di Co2 prodotte dalle auto di circa il 18% a 130 grammi per chilometro entro il 2012, sulla scorta dei moniti delle Nazioni Unite secondo cui il cambiamento climatico sarà responsabile di altre siccità, condizioni climatiche estreme e di un innalzamento del livello dei mari.

La speranza è che altri 10 grammi possano essere eliminati introducendo migliorie per pneumatici, carburanti e sistemi di aria condizionata.