Bce taglierà stime crescita e inflazione - membro board al Sole

domenica 26 ottobre 2008 12:18
 

MILANO, 26 ottobre (Reuters) - Le stime su crescita e inflazione in Europa verranno ridotte a dicembre rispetto alle proiezioni degli economisti della Banca Centrale Europea. Lo ha dichiarato il membro del board della Bce Gertrude Tumpel-Gugerell in una intervista al Sole 24 Ore.

"Mi aspetto una riduzione delle stime di crescita e inflazione", ha detto Tumpel-Gugerell nell'intervista pubblicata oggi. "Noto peraltro che le aspettative di inflazione sono calate ulteriormente nelle ultime settimane".

Le sue dichiarazioni fanno seguito a quelle di ieri del collega membro del board Josè Manuel Gonzalez-Paramo, secondo cui la Bce si aspetta che l'inflazione cali "più velocemente di quanto stimato in precedenza".

L'8 ottobre la Bce ha tagliato i tassi di interesse di 50 punti base a 3,75% insieme con le altre principali banche centrali, e gli analisti si aspettano altri tagli con il calo della crescita che influisce sull'inflazione.

Tumpel-Gugerell ha dichiarato al Sole che è ancora troppo presto per valutare l'impatto vero e proprio sui conti pubblici degli interventi annunciati finora dai governi per sostenere le banche, ma ha escluso che venga sospeso il patto di stabilità europeo.

"L'obiettivo di raggiungere il pareggio di bilancio è ancora valido", ha detto.

Tumpel-Gugerell ha aggiunto che va fissata una data per mettere in pratica il piano Sepa (Single Euro Payments Area).

"Dobbiamo certamente fissare una data entro la quale far sì che Sepa sia l'unico sistema per i bonifici bancari disponibile in Europa - ha dichiarato nell'intervista - Nel momento in cui Sepa sarà l'unico strumento in vigore le commissioni bancarie sono destinate a scendere ulteriormente, a tutto vantaggio dei clienti".