October 23, 2008 / 8:04 PM / 9 years ago

Tagli posti e crisi auto pesano su timori recessione globale

6 IN. DI LETTURA

* Goldman Sachs, Chrysler, GM, Xerox taglieranno posti di lavoro

* Wall Street cala dopo primo rialzo

* Greenspan "scioccato" da crisi sistema creditizio

* Deludono esportazioni Giappone, si intensificano timori recessione

di Claudia Parsons

NEW YORK, 23 ottobre (Reuters) - Le previsioni deprimenti dei costruttori di automobili e una serie di tagli di posti di lavoro da parte delle maggiori aziende Usa, tra cui Chrysler e Xerox hanno reso più forti oggi i timori di un'estesa recessione globale e hanno tenuto i mercati sui carboni ardenti.

I mercati asiatici hanno chiuso in consistente ribasso, colpiti dai dati sulle esportazioni giapponesi peggiori del previsto, mentre i mercati emergenti sono stati di nuovo colpiti.

Per Wall Street è stata una giornata variabile, coi i cacciatori di occasioni a buon prezzo che si sono lanciati sui mercati per essere poi surclassati dai pessimisti, preoccupati dalla recessione.

La principale autorità Usa del settore bancario ha detto che il governo deve fare di più per garantire i prestiti ipotecari al fine di convincere gli istituti di credito a modificare le loro condizioni e contribuire a evitare che ai titolari dei mutui venga tolta la casa.

Svezia e Nuova Zelanda hanno risposto alla crisi mondiale tagliando i tassi di interesse. Un numero crescente di paesi sta cercando l'aiuto del Fondo Monetario Internazionale: tra loro, l'Islanda, l'Ungheria, la Bielorussia, il Pakistan e l'Ucraina.

Altre notizie negative sulle società Usa indicano intanto la portata dello "slowdown" dell'economia, che ha colpito i profitti di tutti i settori, dalle banche ai fabbricanti d'automobili, dai fornitori di servizi per aziende agli hotel.

"Il mercato sta venendo alle prese, dopo averlo negato a lungo, con una recessione globale", dice Barry Ritholtz, direttore del settore equity research della società newyorkese di ricerche di mercato Fusion Iq

Le esportazioni giapponesi sono cresciute solo dell'1,5% a settembre sull'anno, ben al di sotto delle previsioni, provocando timori sull'avvio della recessione nella seconda economia del mondo, e rinnovando le ipotesi di un taglio dei tassi.

Il crollo del numero di consegne di auto agli Stati Uniti e la domanda in calo da parte delle economie emergenti ha colpito le esportazioni del Giappone. Sony (6758.T) ha rivisto al ribasso le sue previsioni di profitto operativo, giustificando la decisione con la richiesta ridotta di tv flat e macchine fotografiche digitali.

La Fiat FIA.MI, la tedesca Daimler (DAIGn.DE) e la sudcoreana Hyundai Motor (005380.KS) hanno portato altre cattive notizie per le case automobilistiche con previsioni per il 2009 deprimenti.

L'americana Chrysler ha annunciato la chiusura anticipata di un impianto di assemblaggio e il mancato spostamento di un'altra, con 1.825 posti di lavoro tagliati.

General Motors (GM.N) ha reso noto di aver intrapreso passi per preservare il proprio contante, sospendendo temporaneamente un programma di pensionamenti anticipati e annunciando una revisione dei livelli di personale. Ma per le prossime settimane pensa a che a riduzioni dei salari e dei contratti di lavoro.

Il gruppo newyorkese Goldman Sachs Group (GS.N) ha in programma il taglio di circa 3.000 posti, vale a dire il 10% del personale, ha reso noto una fonte.

L'ex presidente della Federal Reserve americana Alan Greenspan si è detto scioccato per la crisi dei mercati creditizi Usa e ha spiegato che si attende altri licenziamenti e un forte aumento del numero dei disoccupati.

Nonostante le sue preoccupazioni nel 2005 che i rischi fossero sottostimati, ha detto Greenspan in un discorso scritto per il Congresso Usa, "la crisi, comunque ha preso una piega molto più grave di quanto potessi immaginare".

La presidente della Federal Deposit Insurance Corp, Sheila Bair, ha detto che le authority di settore stanno collaborando con l'amministrazione Bush per creare un programma di garanzia dei prestiti che allenti la pressione sui proprietari di immobili.

Tagli Dei Tassi

Intanto, il dollaro e lo yen continuano a salire. La moneta americana ha raggiunto i livelli più alti da due anni contro l'euro e un paniere di altre divise mentre i timori di recessione incoraggiano gli investitori a tagliare ulteriormente l'esposizione al rischio. Lo yen ha raggiunto il picco massimo dal 2002 contro l'euro.

"E' un mercato che si muove rapidamente, e in generale, l'avversione per il rischio è alta", dice Tom Levinson, stratega monetario per Ing.

La Svezia, che ha affiancato la Fed e altri istituti per i tagli coordinati di due settimane fa, ha abbassato il tasso chiave di mezzo punto percentuale e ha segnalato riduzioni più forti per il futuro.

La Nuova Zelanda ha tagliato i tassi dell'1%, un record, e ha accennato ad altre riduzioni.

Il governatore della Banca d'Inghilterra Mervyn King ha detto che anche la Gran Bretagna ad abbassare ancora i tassi, dopo aver avvertito nei giorni scorsi che il Paes sta probabilmente entrando in fase recessiva per la prima volta dopo 16 anni.

Le banche centrali di Brasile, Turchia e Norvegia hanno iniettato liquidità sui mercati e il governo canadese ha detto che il governo garantirà i presti delle banche nazionali.

Le banche centrali di tutto il mondo stanno cercando di limitare i danni dalla peggiore crisi finanziaria dai tempi della Grande Depressione.

Gli economisti dicono che gli effetti della crisi innescata dal collasso del mercato immobiliare Usa 15 mesi fa sta cominciando solo ora a essere avvertita dal business, anche se i flussi creditizi stanno riprendendo con la ripresa dei prestiti tra le banche.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below