Voto Usa, McCain e Obama iniziano sprint finale dopo dibattito

giovedì 16 ottobre 2008 08:34
 

HEMPSTEAD, Stati Uniti, 16 ottobre (Reuters) - I due candidati alla Casa Bianca, il repubblicano John McCain e il democratico Barack Obama, hanno iniziato oggi lo sprint finale verso l'Election Day dopo l'ultimo faccia-a-faccia tv che ieri sera ha mostrato il senatore dell'Arizona aggressivo nei suoi attacchi contro le tattiche elettorali e il piano fiscale del senatore dell'Illinois.

I due rivali si sono lamentanti dei toni negativi che ha assunto la campagna nel corso di una serie di piccati botta e risposta.

Secondo due sondaggi effettuati a "caldo" subito dopo il dibattito da Cbs News e Cnn, Obama -- già considerato vincitore nei primi due dibattiti -- ha trionfato anche nel terzo e ultimo faccia a faccia.

McCain, indietro nei sondaggi nazionali in vista delle elezioni del 4 novembre, è rimasto sulla difensiva per tutti i 90 minuti dell'incontro. Ha rimproverato Obama per le sue frequenti accuse di vicinanza alle politiche del presidente George W. Bush.

"Senatore Obama, io non sono il presidente Bush. Se voleva correre contro il presidente Bush doveva candidarsi quattro anni fa", ha detto McCain nel corso del dibattito, svoltosi alla Hofstra University di New York.

Obama, ha replicato che talvolta fa fatica a metter a fuoco la differenza tra i due.

"Se qualche volta ho confuso le sue politiche con quelle di George Bush, è perché sulle questioni economiche più importanti che stanno a cuore agli americani -- la politica fiscale, energetica, sulle priorità della spesa -- lei è stato un forte sostenitore del presidente Bush", ha detto Obama.

McCain sapeva di non potersi concedere una performance mediocre per poter risalire la china e rimanere in corsa per la Casa Bianca mentre Obama guadagna sempre più consensi grazie alla crisi economica e ai risultati negativi delle Borse.

Un sondaggio Reuters/C-Span/Zogby pubblicato oggi dà Obama 5 punti in vantaggio su McCain, con il 49% contro ilo 44%.