Crisi, leader eurozona guardano a pacchetto di salvataggio

sabato 11 ottobre 2008 14:16
 

PARIGI, 11 ottobre (Reuters) - I leader dei paesi dell'eurozona discuteranno della possibile creazione di un pacchetto di salvataggio delle banche, simile a quello pensato dalla Gran Bretagna, durante il loro incontro di domani. Lo riferisce una fonte vicina alla presidenza francese.

I 15 stati che hanno adottato come valuta l'euro tenteranno di trovare una risposta unitaria alla crisi nella riunione organizzata dalla Francia, attualmente alla presidenza dell'Ue, prima che i mercati finanziari riaprano lunedì.

"Ci sono due modelli. Quello americano, da cui nessuno vuole prendere ispirazione, e quello britannico. E' questo quello di cui tutti stanno parlando", ha spiegato la fonte, parlando in condizione di anonimato.

Le speranze che risultati concreti possano emergere dal meeting sono state alimentate dal ministro francese dell'Economia Christine Lagarde, che ha detto alla radio francese che ci saranno nuove iniziative.

"L'incontro dell'Eurogruppo aprirà ancora una volta nuove possibilità e forse produrrà alcuni chiarimenti", ha detto a France Info in una intervista pre-registrata a Washington, dove sta partecipando al G7.

"Sono sicura che ci saranno nuove proposte", ha aggiunto, senza fornire dettagli.

La risposta dell'Europa al congelamento dei prestiti interbancari e alle turbolenze dei mercati finanziari non è stata uniforme.

Gli analisti hanno ammonito che le dichiarazioni di intenti non bastano e che è necessaria ora un'azione concreta per fermare l'emorragia nei mercati finanziari, soprattutto nella zona euro dove restano domande sulle possibili soluzioni.

Il quotidiano francese le Figaro scrive, citando una fonte del governo, che i 15 paesi della zona euro -- che non comprendono la Gran Bretagna -- potrebbero decidere di ricapitalizzare massicciamente le banche, tenendo a modello il piano britannico, dopo che Londra si è impegnata per 50 miliardi di sterline a ricapitalizzare le sue banche e offrire garanzie interbancarie per 250 miliardi di sterline.

Il quotidiano tedesco Die Welt ha scritto ieri che la Germania sta lavorando a un pacchetto sul modello britannico per il suo settore finanziario, che potrebbe prevedere garanzie per oltre 100 miliardi di euro e una grossa iniezione di capitali.