Italia pronta a presentare piano globale per riforma finanza

sabato 11 ottobre 2008 10:19
 

WASHINGTON, 11 ottobre (Reuters) - L'Italia, dal prossimo anno alla presidenza del gruppo delle sette nazioni più ricche, ha già preparato una bozza di riforma delle istituzioni finanziarie mondiali che presenterà oggi ai suoi partner. Lo ha riferito il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti.

Parlando nella notte a Washington dopo il meeting del G7, Tremonti ha spiegato che la presidenza italiana che inizierà a gennaio prevedrà un radicale ripensamento delle istituzioni finanziare per evitare che si ripetano le turbolenze di mercato viste in questo periodo.

"Come prossimo presidente del G7, l'Italia proporrà una riforma delle istituzioni Bretton Woods", ha spiegato Tremonti, facendo riferimento agli accordi del 1944 sulla politica monetaria e i tassi di cambio e che portarono alla creazione del Fondo monetario internazionale e della Banca mondiale.

"Abbiamo già una bozza delle nostre proposte di riforma di Bretton Woods che presenteremo al G20", ha detto Tremonti, aggiungendo che il piano include anche una riforma del G7.

Tremonti, che ha spesso criticato il rapido processo di globalizzazione dalla metà degli anni 90, ha detto che la riforma deve andare oltre le regole del mercato finanziario.

"Se l'origine della crisi è finanziaria, forse la soluzione per il futuro deve essere politica e istituzionale, abbiamo bisogno di definire nuove regole per il commercio e nuove regole per la finanza", ha aggiunto.

"La finanza deve essere un mezzo, non può essere un fine. Abbiamo regole che premiano la finanza, ma mancano quelle che vietano speculazione, strumenti speculativi e paradisi fiscali. E' il momento di trasformare la crisi in una opportunità per tutti".