6 ottobre 2008 / 19:11 / 9 anni fa

Crisi, Berlusconi e Merkel: serve azione coerente

BERLINO (Reuters) - Il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi stasera si sono detti d‘accordo sulla necessità di mostrare una coerenza di azione di fronte alla crisi finanziaria.

“Condividiamo l‘opinione che gli europei debbano mostrare un‘azione coerente perché apparteniamo a un‘area di valuta comune”, ha detto Merkel in una conferenza stampa congiunta con Berlusconi a Berlino.

“Ogni Paese deve assumersi la propria responsabilità riguardo a questo”, ha aggiunto.

Berlusconi si è detto certo che l‘Europa troverà una risposta comune alla crisi. Ma ha aggiunto che non c’è alcun accordo su un fondo europeo di salvataggio delle banche e che trovare una soluzione è difficile.

LEADER UE GARANTIRANNO STABILITA’ SISTEMA

Nel corso della giornata Berlusconi, in una dichiarazione scritta, ha detto che i leader europei adotteranno tutte le azioni necessarie - immissione di liquidità, misure sulle banche, maggiore tutela dei depositi - per superare la crisi finanziaria, e ha precisato che l‘Italia proseguirà a proteggere le proprie banche e i risparmiatori.

Il presidente francese Nicolas Sarkozy, capo di turno dell‘Unione, ha poi confermato con una nota dal testo identico a quello anticipato dall‘Italia l‘intento congiunto dei 27 Paesi dell‘Unione per garantire la stabilità dei mercati.

Stamattina - a due giorni dal summit parigino tra i Paesi europei del G8 che si è concluso con una dichiarazione di intenti ma senza azioni concrete - fonti di Palazzo Chigi e della Farnesina avevano riferito che era in corso una consultazione fra i leader europei finalizzata a mettere a punto una dichiarazione per “dare fiducia ai mercati e garantire i risparmiatori”.

BERLUSCONI: TUTELEREMO BANCHE E RISPARMIATORI

Nella nota, diffusa da Berlusconi prima che il presidente di turno la illustrasse a nome dei 27, si dice: “Tutti i leader dell‘Unione Europea rendono noto che ciascuno di loro prenderà qualunque misura sia necessaria per mantenere la stabilità del sistema finanziario - sia attraverso l‘immissione di liquidità tramite le Banche centrali, sia mediante azioni mirate su singole banche, sia attraverso il rafforzamento degli schemi di protezione dei depositi”.

“Continueremo ad adottare le misure necessarie per proteggere il sistema affinché i singoli risparmiatori nelle nostre banche non subiscano alcuna perdita nei loro risparmi”, conclude la nota.

Berlusconi ha detto ieri che il ministro dell‘Economia Giulio Tremonti proporrà all‘Ecofin di domani la creazione di un fondo europeo che tuteli i risparmiatori e di confidare nell‘appoggio di Germania e Francia.

Una delle possibili iniziative a livello europeo è l‘istituzione di un fondo per il salvataggio delle banche, idea circolata prima della riunione ma respinta da Germania e Gran Bretagna. Altra possibile mossa l‘ampliamento delle garanzie dei depositi bancari, misura che secondo Dublino è l‘unica in grado di evitare che il panico uccida le banche.

SI ALLARGA NUMERO PAESI CHE AMPLIA GARANZIE SU DEPOSITI

Germania e Francia hanno fatto sapere che continuano a non sostenere la proposta di un fondo a tutela delle banche.

Berlino, però, dopo aver criticato la decisione irlandese di tutelare tutti i depositi bancari, durante il weekend ha cambiato idea e annunciato che amplierà le garanzie per i correntisti.

Iniziative a tutela dei depositi sono già state intraprese, oltre che dall‘Irlanda, da Austria e Danimarca.

Sarkozy e il premier britannico, Gordon Brown, discuteranno oggi della crisi finanziaria in due telefonate separate con Merkel.

Sarkozy ha già discusso oggi della crisi con lo stesso Brown, il presidente della Banca centrale, Jean-Claude Trichet, e il presidente della Commissione, Jose Manuel Barroso.

Per quanto riguarda i contatti tra Brown e Merkel, invece, un portavoce dice che il colloquio odierno dovrebbe vertere sui dettagli del piano tedesco per proteggere il settore bancario nazionale.

“La cooperazione è molto importante” ha detto il portavoce di Brown. “Nelle ultime 24 ore, il premier e il Cancelliere dello Scacchiere (Alistair Darling) hanno speso molto tempo al telefono. Continuiamo a chiedere cooperazione a livello europeo e internazionale”.

La Borsa di Milano, in linea con le altre europee e con l‘apertura di Wall Street, dopo un‘apertura in calo di circa 3 punti ha esteso le perdite in serata, chiudendo in calo dell‘8%.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below