Sud California chiude i suoi porti ai camion che inquinano

giovedì 2 ottobre 2008 09:58
 

LOS ANGELES, 2 ottobre (Reuters) - I porti di Los Angeles e Long Beach, complesso commerciale più movimentato degli Usa, hanno lanciato una storica campagna anti-inquinamento mettendo al bando circa 2.000 vecchi camion ritenuti responsabili della metà delle emissioni inquinanti provocate dai motori diesel negli scali.

Il complesso portuale è considerato la principale fonte di inquinamento della California meridionale, più delle auto della regione, e gli automezzi pesanti che vi operano producono più di un terzo di tutte le emissioni dei diesel, dicono funzionari portuali.

Malgrado settimane di strascichi giudiziari e preoccupazioni sul fatto di causare rallentamenti alle consegne, almeno 15.000 dei nuovi camion, abbastanza da tenere in funzione il traffico portuale, si sono registrati in tempo per soddisfare i nuovi requisiti ad ogni porto, hanno detto le autorità.

I due centri di spedizione adiacenti, che assieme contano il 40% delle importazioni Usa di container, hanno messo al bando tutti i camion diesel immatricolati prima del 1989 come parte di un progetto più ampio per quasi dimezzare l'inquinamento atmosferico dai porti nei prossimi cinque anni.

L'approvazione di questi piani è cruciale per spianare la strada all'espansione dei porti, da tempo in stallo proprio per il timore di malattie legate all'inquinamento atmosferico nelle comunità della zona.