Sanità, governo sblocca 5 miliardi per Regione Lazio

martedì 30 settembre 2008 20:49
 

ROMA, 30 settembre (Reuters) - Il governo ha deciso oggi di sbloccare i 5 miliardi di euro di fondi dovuti nell'ambito del piano di risanamento del deficit finanziario della Regione Lazio. Lo riferisce una nota dell'assessore regionale al patrimonio.

"Finalmente per la sanità laziale si volta pagina grazie allo sblocco dei fondi da parte del governo", ha detto l'assessore Marco Di Stefano.

"Adesso ci rimane il dovuto tempo per rilanciare la sanità,e, più in generale,lo sviluppo della Regione Lazio".

La richiesta di sbloccare i fondi era stata ripetutamente avanzata a Palazzo Chigi dal presidente del Lazio Piero Marrazzo, che è anche commissario straordinario governativo alla Sanità.

Per mesi però l'esecutivo ha procrastinato la decisione spiegando di attendere il varo delle misure necessarie a portare avanti il percorso di risanamento finanziario dovuto al "buco" della sanità regionale, accumulatosi nel corso degli anni.

Nell'agosto scorso, la Corte dei Conti aveva però sollecitato il governo a erogare i fondi, plaudendo anche all'impegno della giunta regionale per approvare in tempo la legge di bilancio ed evitare il ricorso all'esercizio provvisorio.

Dei 5 miliardi di euro, 3 circa riguardano la compartecipazione al gettito tributario e poco più di 2 sono un contributo straordinario per il debito pregresso della gestione sanitaria.