In Europa piani per salvare banche, Citi rileverà asset Wachovia

lunedì 29 settembre 2008 15:36
 

NEW YORK/LONDRA, 29 settembre (Reuters) - Le autorità hanno intensificato gli sforzi per salvare tre banche europee oggi, Citigroup (C.N: Quotazione) ha stretto un accordo per acquistare gran parte degli asset di Wachovia WB.N e il Congresso Usa ha trovato un accordo per votare il pacchetto da 700 miliardi di dollari per il salvataggio del sistema bancario statunitense.

Parlando prima dell'apertura dei mercati, il presidente George W. Bush ha detto che il piano di salvataggio era necessario per evitare che la crisi finanziaria si estendesse all'economia reale.

Le banche centrali in Asia ed Europa hanno immesso liquidità nel sistema per cercare di ridurre le tensioni tra gli istituti di credito.

Anche il sistema bancario statunitense è nello scompiglio. Le azioni di Wachovia hanno perso l'85% dopo che Federal Deposit Insurance ha detto che Citigroup acquisterà il grosso delle sue attività e passività.

I governi di Belgio, Olanda e Lussemburgo si sono mossi per una parziale nazionalizzazione del gruppo belga-olandese Fortis NV FOR.BR - che ha 85.000 dipendenti nel mondo - con un'iniezione di 11,2 miliardi di euro. La banca tedesca Hypo Real Estate Holding AG HRXG.DE ha ottenuto una linea di credito dal governo e da un consorzio di banche di 35 miliardi di euro.

La banca britannica Bradford & Bingley BB.L è stata nazionalizzata. Le azioni della banca francese Dexia sono crollate sulla notizia che potrebbe aver bisogno di capitali d'emergenza e accordi per il salvataggio di banche sono stati annunciati in Islanda, Russia e Danimarca.

"Un piano di salvataggio da 700 miliardi di dollari semplicemente non è sufficiente per superare la crisi nel futuro immediato", ha detto Carsten Klude, esperto di MM Warburg.

Il dollaro è salito, per lo più grazie alla debolezza di euro e sterlina che hanno perso circa l'1%.