PUNTO 1 - Usa, Bush: piano salvataggio alla fine costerà meno

sabato 27 settembre 2008 17:21
 

(riscrive con dichiarazioni Bush)

WASHINGTON, 27 settembre (Reuters) - Il costo finale del piano di salvataggio finanziario sarà di gran lunga inferiore a 700 miliardi di dollari, perché molti asset che il governo comprerà aumenteranno di prezzo nel tempo.

Lo ha detto oggi il presidente George W. Bush, nel tentativo di allentare le preoccupazioni sul piano, prevedendo che le trattative in corso al Congresso questo weekend portino a un'intesa "molto presto".

"Dobbiamo liberare il flusso del credito ai consumatori e alle imprese riducendo il rischio posto dagli asset problematici", ha detto Bush nel suo messaggio settimanale alla radio.

"Dobbiamo assicurare che i contribuenti siano protetti, che i dirigenti che hanno sbagliato non ricevano una fortuna inattesa dalle vostre tasse e che ci sia un comitato bipartisan che supervisioni questi sforzi", ha detto il presidente.

Nel tentativo di ridurre i timori sul costo elevato della manovra, Bush ha aggiunto: "Il costo finale di questo piano sarà di gran lunga inferiore ai 700 miliardi di dollari".

"Molti asset che il governo comprerà probabilmente saliranno di prezzo nel tempo. Questo significa che il governo riuscirà a recuperare gran parte, se non tutta, la spesa iniziale".

Bush ha ribadito che il fallimento del sistema finanziario mette l'economia a rischio e sulla strada di una "profonda e dolorosa recessione".

Secondo Bush sugli aspetti principali del piano di salvataggio vi è ora un "accordo diffuso".   Continua...