Usa, tutto pronto per primo dibattito ma presenza McCain incerta

venerdì 26 settembre 2008 09:11
 

OXFORD, Mississipi, 26 settembre (Reuters) - Tutto è pronto, ma non è ancora chiaro se il candidato repubblicano John McCain parteciperà al dibattito con Barack Obama, il primo dei tre che in qualche modo contribuiranno a determinare l'esito delle elezioni presidenziali di novembre.

La promessa di McCain -- rimandare il duello in caso di mancata approvazione del piano di salvataggio dell'economia da 700 miliardi di dollari -- getta un'ombra di incertezza sulla campagna, ombra che si è fatta ancor più consistente ieri sera con lo stallo dei colloqui a Washington.

Il dibattito si farà, assicurano gli sponsor, e Obama ha fatto sapere che andrà nel Mississippi con o senza McCain. Ma per fare un dibattito bisogna essere in due, e senza McCain il dibattito non si può fare.

"Sono fiducioso, molto fiducioso che si possa", ha detto il senatore dell'Arizona a Abc News stanotte. "Credo che sia molto probabile che arriveremo ad un accordo... in tempo perchè io riesca a volare in Mississippi".

Per il primo "match" -- che dovrebbe focalizzarsi su politica estera e sicurezza nazionale, nonostante nelle ultime due settimane la crisi di Wall Street sia stata sempre al centro delle due campagne -- ci si attende un'audience di gran lunga superiore ai 40 milioni di persone che hanno guardato le due convention.

Mercoledì McCain aveva detto che avrebbe sospeso la sua campagna per ritornare a Washington per i negoziati, ma ieri ha comunque fatto un discorso a New York, ha continuato a mandare in onda spot televisivi e ha delegato la sua vice, la governatrice dell'Alaska Sarah Palin, di portare avanti la campagna.

Su invito del presidente George W. Bush, ieri pomeriggio Obama si è unito a lui e a McCain per l'incontro alla Casa Bianca con i leader del Congresso, ma dallo staff di McCain hanno fatto sapere che tutto "è degenerato in un incontro polemico".