General Motors, possibile fallimento entro 60 giorni - Henderson

martedì 31 marzo 2009 18:38
 

DETROIT, 31 marzo (Reuters) - Il nuovo amministratore delegato di General Motors (GM.N: Quotazione), Fritz Henderson, ha detto ai giornalisti che la casa automobilistica potrebbe ricorrere alla bancarotta entro 60 giorni se non venissero raggiunti accordi "abbastanza chiari".

Henderson ha sottolineato che la ristrutturazione del settore auto Usa potrà passare dalle aule dei tribunali oppure no, aggiungendo che molto dipenderà dalla posizione del governo di Washington.

La decisione se ricorrere o meno alla protezione dai creditori, ha aggiunto Henderson, verrà adottata dal management di Gm dopo aver consultato la task force governativa.

La ristrutturazione comprenderà interventi sul debito, sulle pensioni e sulle polizze sanitarie degli ex dipendenti.

Il Ceo ha affermato che al momento non è certo se nel breve termine la casa di Detroit avrà bisogno di 4,6 miliardi di dollari di fondi governativi, come stimato in precedenza.

La ristrutturazione, ha proseguito Henderson, passerà attraverso la chiusura di un maggior numero di impianti di produzione, oltre ai cinque indicati nel piano presentato al governo nel febbraio scorso.

Henderson, infine, ha detto che non è stata ancora presa una decisione sul marchio Hummer, aggiungendo che nel giro di poche settimane dovrebbe finalizzarsi la cessione, dato che Hummer "è chiaramente in vendita", mentre Saturn, altro brand Gm, "prenderà più tempo".

Il titolo Gm, a Wall Street, è in caduta libera: -11,85%, a 2,38 dollari, dopo aver segnato un minimo di 2,31 dollari.