PUNTO 1-Crisi, risorse governo vadano a economia reale -Guzzetti

venerdì 31 ottobre 2008 11:15
 

(aggiunge dichiarazioni Guzzetti)

ROMA, 31 ottobre (Reuters) - Le Fondazioni bancarie daranno il loro contributo affinché le risorse pubbliche siano utilizzate per il sostegno dell'economia reale e non debbano essere dirottate ad altro.

Lo ha detto il presidente dell'Acri Giuseppe Guzzetti nel suo intervento introduttivo alla cerimonia di celebrazione della Giornata del risparmio in corso a Roma. Il testo dell'intervento è stato distribuito alla stampa.

"E' lodevole e va apprezzato lo sforzo del governo e del ministro dell'Economia: le misure pubbliche a tutela dei risparmiatori sono importanti; però, finché sarà possibile, noi daremo il nostro contributo, affinché le risorse pubbliche, già scarse, non vengano sottratte ad altri interventi, altrettanto urgenti per l'economia reale, il sociale, le infrastrutture materiali e immateriali", ha detto Guzzetti.

Il presidente dell'Acri e della Fondazione Cariplo ha poi aggiunto che "tutti chiedono riduzioni delle tasse, rottamazioni, fondi pubblici per questo o quel settore. Il sistema delle Fondazioni ritiene che, per quanto possibile, si debba rispondere all'esigenza di sostenere l'economia reale, soprattutto il sistema delle piccole e medie imprese sulle quali si regge l'economia del nostro Paese, senza aumentare il debito pubblico e senza risorse pubbliche. Così come dimostrano le esperienze che le Fondazioni hanno fin qui realizzato, soprattutto a livello locale, riteniamo che questo si possa fare a costi sopportabili nell'attuale situazione di crisi finanziaria".