Btp e borse insieme al rialzo, domina lettura Pil Usa, spread 87

venerdì 31 luglio 2009 18:06
 

 MILANO, 31 luglio (Reuters) - Strana la coppia bund-borse di
oggi. Il movimento in altalena a cui i dealer erano abituati,
oggi non c'è stato e i due mercati si sono mossi invece
all'unisono, entrambi al rialzo.
 "Un movimento davvero strano quello di oggi" dice un dealer.
Per spiegarlo, qualcuno si limita all'inizio delle ferie di
agosto: "può essere che la gente, in vista delle vacanze, abbia
diviso la liquidità tra borsa e obbligazionario, rimandando a
settembre la ricerca di una strategia" dice un dealer.
 L'obbligazionario ha iniziato a premere l'acceleratore dopo
il dato del Pil Usa, che, da una parte ha mostrato un dato del
secondo trimestre migliore delle attese (-1,0% cotro un -1,5%
atteso), ma ha anche rivisto decisamente al ribasso il dato del
primo trimestre a -6,4% da -5,5%. Inoltre è stato visto
negativamente il calo consistente della spesa per consumi. "A
queste condizioni è fisiologico che l'obbligazionario salga"
dice un dealer, "ma la borsa allora dovrebbe scendere".
 Invece il fatto che Wall street sia rimasta in positivo nel
pomeriggio dopo qualche oscillazione viene giustificato dalla
lettura, all'interno del Pil Usa, delle scorte ancora in netto
calo "il che potrebbe far presagire una ripresa del fatturato
nel terzo trimestre".
 Nel movimento al rialzo i bund hanno visto un interesse
leggermente migliore dei periferici, con un leggero allargamento
del differenziale di rendimento.
 Lo spread tra rendimento del Btp settembre 2029 (quello in
asta ieri) e il Bund luglio 2019, che ieri aveva visto un minimo
a 81 pb, il livello più basso da metà maggio scorso, si è
riportato oggi fino a toccare una punta di 87 pb in seduta.
Solo a metà luglio lo spread aveva toccato un massimo a 121 pb.
 Dal lato dell'offerta, visto il rialzo del mercato, era
scontato che gli specialist facessero il pieno alle riaperture
oggi a loro dedicate delle tre aste su Cct e Btp e 3 e 10 anni
di ieri.
 Su un'offerta complessivo di 1,55 miliardi, le richieste
sono state pari a 5,340 mld con l'assegnazione di 1,412 mld.
 Richiesta soprattutto per i Btp a 3 anni, per 2,404 mld
conto i 325 mln offerti, e per i Btp a 10 anni, 2,199 mld contro
i 350 mln offerti e assegnati. Più debole è stata la richiesta
per i Cct, confermando il minor interesse per questo comparto,
seppur in miglioramento, con richieste per 737 mln, tutti
assegnati, contro gli 875 mln offerti.
 
 ============================= 17,30 ==========================
                                PREZZI  VAR.     RENDIMENTO
 FUTURES BUND SETT.   FGBLc1      122,04  (+1,22)
 BTP 2 ANNI  (MAR 11) IT2YT=RR  * 103,40  (+0,07)      1,372%
 BTP 10 ANNI (SET 19) IT10YT=TT   100,94  (+0,61)      4,176%
 BTP 30 ANNI (AGO 39) IT30YT=TT    99,40  (+1,22)      5,102%
 
 * Le quoatzioni sono da pagine Reuters. Nessuno scambio su
Mts
 
======================== SPREAD (PB) =========================
                                        CHIUSURA PRECEDENTE
 TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     29                   31
 BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3      9                    5
 BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5     86                   84
 BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7    109                  105
 BTP 2/10 ANNI                      280,4                284,8
 BTP 10/30 ANNI                      92,6                 93,3
 ==============================================================