Snia verso aumento capitale per mancate dismissioni, cda 27/8

venerdì 31 luglio 2009 11:27
 

MILANO, 31 luglio (Reuters) - Snia SIAI.MI si prepara ad un aumento di capitale a causa del mancato perfezionamento di alcune dismissioni.

Il Cda, si legge in una nota, "ha deliberato di proseguire nella procedura di ristrutturazione del debito ai sensi dell'art. 182 bis della legge fallimentare a condizioni di raccogliere le ulteriori adesioni (dai creditori) e che venga deliberato dall'assemblea di Snia un aumento del capitale sociale (...) la cui sottoscrizione e liberazione venga garantita entro il termine fissato per il prossimo Consiglio di Amministrazione previsto per il 27 agosto".

Ad oggi, si legge, lo stato delle adesioni dei creditori all'accordo di ristrutturazione è "prossimo al raggiungimento del quorum" previsto dal piano stesso.

La ricapitalizzazione è legata al fatto che "le dismissioni di alcuni cespiti asserviti allo stesso piano di ristrutturazione, pur in presenza di trattative avanzate, ad oggi non sono ancora state perfezionate".

L'aumento "consentirà di garantire, in alternativa alla dismissione dei suddetti cespiti, il pagamento dei creditori non aderenti al piano e di dotare la società dei mezzi finanziari atti ad assicurare la continuità aziendale e il riequilibrio patrimoniale compromesso dalle perdite maturate nel periodo".

Il Cda ha deciso anche, "a seguito di specifica richiesta da parte di alcuni azionisti e dopo verifica di alcuni Consiglieri in merito a talune operazioni aziendali poste in essere nel corso di precedenti esercizi, alla luce delle circostanze emerse, di conferire mandato ad un legale per l'avvio delle relative azioni di responsabilità".

Per leggere il comunicato integrale della società i clienti Reuters possono cliccare su [ID:nBIA3160f]