Monetario, o/n ancora in area 0,3%, lieve calo eccedenza fondi

lunedì 31 agosto 2009 12:14
 

MILANO, 31 agosto (Reuters) - Complice l'attesa erosione del saldo verificatasi nella seduta di venerdì, va progressivamente riducendosi l'eccedenza dei fondi a disposizione del sistema bancario europeo.

Il deposito overnight gravita intanto in area 0,3%, in perfetta armonia rispetto allo 0,342% della media Eonia di venerdì.

Sostanzialmente invariato il ricorso ai depositi marginali presso l'istituto centrale di Francoforte, pari venerdì a 142,6 miliardi di euro contro i 142,5 miliardi nella sessione di giovedì, mentre l'utilizzo dei prestiti cala a 108 da 131 milioni.

Prosegue infine la discesa del tasso Euribor a tre mesi, riferimento chiave per i prestiti interbancari, che mette a segno l'ennesimo minimo di 0,821% dopo lo 0,825% di venerdì.

Gli operatori parlano di un mercato estremamente disteso, che si avvia senza apparenti squilibri alla chisura del mese di mantenimento martedì prossimo.

Domina l'attesa delle tesorerie l'annuncio del primo pomeriggio in cui la Bce renderà nota la stima su fattori autonomi e ammontare 'benchmark' per il rifinanziamento settimanale di domani, ultimo della riserva obbligatoria.

"L'importo in scadenza mercoledì è pari a 77,5 miliardi: prevediamo un sostanziale rinnovo dei fondi seguito dal classico 'fine tuning' di drenaggio sull'ultimo giorno Rob... il mercato è molto tranquillo" osserva un operatore.

Le statistiche giornaliere a cura della banca centrale evidenziano nel frattempo la flessione del saldo fin sotto i 203 miliardi, ampiamente inferiore alla dovuta di circa 216, che porta i numeri neri da oltre 300 a meno di 270 miliardi.

Quasi trascurabile, infine, il movimento dei contratti derivati, in una sessione il cui unico spunto macro è stata finora la caduta meno brusca delle attese dell'inflazione europea di agosto secondo la stima flash di Eurostat.

Intorno alle 12 sulla strip dei derivati Euribor la scadenza a settembre FEIU9 cede un centesimo a 99,22, dicembre FEIZ9 risale in egual misura a 99,165 mentre marzo 2010 FEIH0 avanza di 35 millasimi a 98,95.