PUNTO 1 -Risanamento vuole presentare piano 2° metà agosto-fonte

giovedì 30 luglio 2009 18:37
 

(Aggiunge dichiarazione società)

MILANO, 30 luglio (Reuters) - Risanamento (RN.MI: Quotazione) intende accelerare i tempi per la definizione del piano di salvataggio e depositare così la versione definitiva dell'accordo di ristrutturazione nella seconda metà di agosto, in anticipo rispetto al termine del primo settembre indicato dal Tribunale.

E' quanto dice a Reuters una fonte vicina alla situazione.

"L'intenzione è di presentare il piano prima dei termini del primo settembre", dice la fonte che vede nelle prossime settimane una "decisa accelerazione dei lavori".

In una nota emessa nel tardo pomeriggio Risanamento afferma che il professor Vincenzo Mariconda - neopresidente della società - e il collegio di difesa "non escludono di anticipare il deposito del piano" per il salvataggio del gruppo (RN.MI: Quotazione).

La nota Risanamento ricorda che ieri - quando il Tribunale fallimentare ha accolto la richiesta di Risanamento di rinvio dell'udienza sulla procedura fallimentare - oltre a quello dell'1 settembre per il deposito del piano, sono stati fissati i termini del 12 settembre per le valutazioni da parte del Pubblico Ministero e 22 settembre per la nuova udienza.

Una data cruciale è quella del 14 settembre quando scadono i 60 giorni dalla presentazione dell'istanza di fallimento avanzata dalla Procura di Milano e quando quindi, per legge, il bond al 2014 da 220 milioni diventerebbe immediatamente esigibile.

L'idea, ha spiegato la fonte a Reuters, è di depositare il piano nella seconda metà di agosto per dare tempo alla Procura e al Tribunale di analizzarlo nella speranza che possa cadere l'istanza di fallimento prima del 14 settembre.