Banche, garantire carattere privatistico anche con Tesoro - Abi

giovedì 30 ottobre 2008 10:08
 

ROMA, 30 ottobre (Reuters) - Il decreto approvato dal governo di sostegno del sistema bancario deve essere corretto per esplicitare e garantire il carattere privatistico degli istituti di credito anche in caso di intervento temporaneo del Tesoro nel loro capitale o di garanzia sulle emissioni obbligazionarie.

E' quanto si legge nel testo dell'intervento che il presidente dell'Abi, Corrado Faissola, sta illustrando nel corso di una audizione informale nella commissione Finanza della Camera ed il cui testo è stato distribuito alla stampa.

"Occorre rimarcare la crucialità di disegnare un sistema che garantisca, nel caso di ingresso pubblico nel capitale delle banche o che intervenga per rafforzare il patrimonio di base, la piena continuità del carattere privatistico del sistema bancario italiano", dice Faissola.

Secondo l'Abi infatti il testo attuale del decreto, "nel riconoscere alle azioni sottoscritte dallo Stato un privilegio sui dividendi, sembra associare alle stesse il diritto di voto (come si può evincere dalle previsioni che al riguardo concernono le banche a struttura cooperativa) senza però precisarne l'effettiva portata". Faissola aggiunge che il decreto attuativo dovrà specificare "l'ambito di esercizio di tale diritto, in coerenza con le dichiarazioni a suo tempo espresse da autorevolissimi esponenti del governo, nel senso che lo stesso non intende esercitare i propri diritti".