Usa, Camera vuole opzione pubblica in riforma sanità - Pelosi

giovedì 30 luglio 2009 18:03
 

WASHINGTON, 30 luglio (Reuters) - La Camera Usa sta ancora lavorando a una versione finale della legislazione in materia di sanità che comprenda la possibilità di scegliere un'assicurazione pubblica.

Lo ha detto la speaker democratica della Camera, Nancy Pelosi.

"L'idea di avere un'opzione pubblica solida è finalizzata a rendere più dura la concorrenza fra le compagnie assicurative", ha affermato Pelosi nel corso di una conferenza stampa.

"Immorali e malvagie" sono secondo la sua definizione le compagnie assicurative, affermando che hanno tentato di boicottare l'introduzione della facoltà di optare per l'assistenza pubblica nel sistema sanitario.

Pelosi ha spiegato che un accordo con l'ala conservatrice dei Democratici ha reso possibile il mantenimento della scelta di assistenza pubblica e ha aggiunto di non essere sicura che la Camera, controllata dal partito dell'asinello, voterà le riforme del settore sanitario al ritorno dalle vacanze estive, in settembre.

A conferma che al Congresso la legislazione in materia sanitaria non avrà vita facile, Michael Enzi, repubblicano che fa parte del gruppo di sei senatori che sta cercando di raggiungere un accordo bipartisan, ha detto ai giornalisti che ci sarà bisogno di altro tempo per completare l'opera, aggiungendo che la commissione Finanze del Senato non voterà il provvedimento prima di settembre.

Enzi ha sottolineato che un'intesa sul pacchetto di riforme è lungi dall'essere raggiunta.