Mercato interbancario si è congelato - Paramo (Bce)

martedì 30 settembre 2008 10:04
 

MADRID, 30 settembre (Reuters) - Perfino il mercato interbancario, considerato il più liquido di tutti i mercati, è rimasto a lungo "congelato", soprattutto per le incertezze sull'entità e la dislocazione delle perdite create dal trasferimento del rischio di credito innescato da complessi meccanismi di cartolarizzazione.

Lo ha detto Jose Manuel Gonzalez-Paramo, membro del comitato esecutivo della Banca centrale europea, al Capital Markets Forum spagnolo.

"Tali incertezze hanno aumentato i timori sul rischio di credito di controparte, scoraggiando le banche dal concedersi reciprocamente credito", ha detto Paramo.

"A un anno dal suo inizio, la crisi dei mercati finanziari non è calata, anzi, si è intensificata nell ultime settimane", ha aggiunto.

Per Paramo la volatilità resta a livelli elevati, nonostante l'impegno delle principali banche centrali per far fronte alle tensioni sui mercati. Dunque "c'è bisogno di una piena e rapida implementazione delle raccomandazioni del Financial Stability Forum su supervisione, regolamentazione, gestione del rischio e trasparenza".