Agnelli,asset esteri famiglia forse in dl stretta paradisi fisco

martedì 30 giugno 2009 18:20
 

ROMA, 30 giugno (Reuters) - Eventuali possedimenti in paradisi fiscali oggetto delle dispute ereditarie interne alla famiglia Agnelli che controlla la Fiat FIA.MI potrebbero rientrare nella stretta fiscale sui capitali all'estero non dichiarati previsti dal decreto approvato dal governo venerdì scorso.

Lo ha detto il direttore dell'Agenzia delle entrate Attlio Befera nel corso di una conferenza stampa al Tesoro.

"Potrebbe rientrare, non è da escludere", ha risposto Befera alla domanda di un giornalista se i possedimenti degli Agnelli all'estero potrebbero rientrare nella stretta prevista dal decreto fiscale.

Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti ha poi spiegato che la norma sull'invesrione della prova riguarda chi detiene capitali non dichiarati nei paradisi fiscale aggiungendo che "il caso specifico non è oggetto di considerazione".