Treasuries in calo su rialzo borse, cauto ottimismo Fed

giovedì 30 aprile 2009 11:57
 

LONDRA, 30 aprile (Reuters) - Cancellando il recupero messo a segno nella notte sui mercati asiatici, i Treasuries Usa cedono circa mezzo punto a Londra depressi dal segno più dei derivati sugli indici di Wall Street e dal relativo ottimismo mostrato dalla Fed nelle valutazioni sull'economia.

I rialzi dei listini europei, incoraggiati dalle trimestrali di varie blue-chip, contribuiscono alle pressioni ribassiste sul reddito fisso.

Secondo la Fed, il ritmo di contrazione economica negli Stati Uniti sta rallentando e la spesa delle famiglie inizia a mostrare segnali di stabilizzazione. Il comunicato del Fomc si è sommato ieri al forte calo evidenziato dalle scorte delle imprese e a dati discreti sulla spesa dei consumatori, facendo scattare le vendite sui Treasuries.

Nella notte i titoli del Tesoro americano hanno registrato un effimero rimbalzo sugli acquisti di gestori di portafoglio attratti da rendimenti saliti ai massimi da cinque mesi, complice anche il nervosismo diffuso da un report secondo cui Chrysler sarebbe stata sul punto di dichiarare bancarotta.

Secondo il Wall Street Journal i colloqui tra governo Usa e creditori del colosso dell'auto si sono interrotti mercoledì sera rendendo "quasi certo" il fallimento della casa di Detroit.

Oggi il ministro Claudio Scajola ha parlato di un "ragionato ottimismo" sulle probabilità di successo dell'accordo tra Fiat e Chrysler.

"Abbiamo visto un po' di movimenti in acquisto sui bond in Asia, ma ora c'è un forte ritracciamento a riflesso dei netti rialzi dell'azionario", commenta un dealer londinese.

Alle 11,45 il decennale Usa US10YT=RR cede 8/32 con tasso a 3,14 da 3,11%.