P/t Bce 364 gg, banche italiane ben sotto 10% - fonte bancaria

mercoledì 30 settembre 2009 13:00
 

MILANO, 30 settembre (Reuters) - La partecipazione dlle banche italiane all'operazione di finanziamento a un anno di stamane della Bce è stata ben inferiore al 10%.

Lo dice a Reuters una fonte bancaria.

"La partecipazione delle banche italiane è stata decisamente contenuta, come in occasione della prima operazione a un anno" ha detto la fonte. "Stavolta direi che siamo ben sotto il 10% rispetto al totale".

Stamane la Bce al p/t a 364 giorni al tasso dell'1% ha collocato tutti i 75,24 miliardi di euro chiesti da 589 banche.

In occasione della prima operazione a un anno di fine giugno erano stati chiesti e collocati 442 miliardi di euro chiesti da 1.121 istitut.

A luglio il governatore Mario Draghi aveva detto che la partecipazione delle banche italiane era "stata pari a meno del 3% del totale", chiedendosi perchè gli istituti di credito nazionali avessero rinunciato all'ooportunità di finanziarsi in abbondanza all'1%.

In generale le richieste delle banche europee sono state inferiori alle attese. Un sondaggio condotto da Reuters fra 26 tesorerie a metà mese prevedeva un collocamento di 125 miliardi di euro.

"La partecipazione generale contenuta la vedrei come uno dei timidi segnali di miglioramento delle conzioni generali del mercato" commenta la fonte bancaria.

"Si è verificata, come in passato, quella situazioone di apprensione per cui le banche erano portare ad imbottirsi di liquidità anche se non ne avevano stretto bisogno, ma semmai in vista di tempi peggiori".

D'altro canto -- aggiunge la fonte - bisogna dire che "le banche sono già inondate di liquidità, mentre al momento non sono così propense a impiegarla".