Btp ancora in calo, nuovi record spread sostengono domanda asta

giovedì 30 ottobre 2008 13:11
 

 MILANO, 30 ottobre (Reuters) - Prosegue l'ascesa dei
rendimenti Btp sulle scadenze medio-lunghe in un mercato che
continua a correggere in parallelo al rimbalzo dei listini
azionari e risente anche del collocamento di Btp e Cct che ha
penalizzato fortemente il comparto decennale.
 La forte discesa del prezzo del titolo in vista dell'asta ha
portato il nuovo decennale offerto dal Tesoro su livelli di
rendimento decisamente appetibili. Del nuovo Btp con scadenza
marzo 2019 e cedola 4,5% sono stati collocati 8,5 miliardi, al
limite superiore della forchetta indicata, al rendimento lordo
di 5,28%, massimo dal giugno 2002.
 La pesantezza del comparto decennale pre-asta si è
accompagnata in mattinata a un ulteriore allargamento dello
spread Btp/Bund, arrivato fino a 128 punti base. Lasciatosi alle
spalle il collocamento, la forbice sui rendimenti si è richiusa
verso 120 centesimi.
 "L'allargamento senza precedenti degli spread verso Germania
ha aiutato ad attrarre domanda nelle aste di oggi", commenta
Stanislaw Malek, di Bank of America. "L'asta ha messo
decisamente sotto pressione il comparto decennale con il nuovo
titolo a sconto di 22 punti base sull'on-the-run".
 "Il nuovo titolo è uscito a 150 punti su Germania. Ora si
sta riprendendo un po'", aggiunge un trader.
 Sugli spread tra paesi pesa la situazione di estrema
incertezza che spinge gli investitori a rifugiarsi nei titoli
'core' dell'area euro, ma anche la prospettiva di un aumento
delle emissioni nei prossimi mesi.
 "Il mercato comincia già a scontare il fatto che le
emissioni aumenteranno se i governi dovranno dare una mano alle
banche e in generale se dovranno fare i conti con entrate
decimate dalla crisi economica", commenta il trader.
 E' sceso sotto il 4% il rendimento del Btp 3 anni settembre
2011 riaperto in asta per 2,5 miliardi, anche in questo caso al
margine superiore del range indicato dal ministero
dell'Economia. A 3,95% il tasso è ai minimi da marzo.
 "A differenza del decennale, uscito al livello di
mid-market, il tre anni è uscito leggermente sopra il mercato",
commenta Giuseppe Maraffino di UniCredit.
 Più esigua la quantità offerta sul Cct, collocato per 859
milioni, in prossimità del margine inferiore di una forchetta
compresa tra 750 e 1.000 milioni di euro. A 3,79% il tasso ha
toccato i minimi da novembre 2006.
 
======================= QUOTAZIONI 12,55 =======================
                                  PREZZI    VAR.   RENDIMENTO
FUTURES BUND DICEMBRE    FGBLZ8    119,96   (+0,05)  
BTP 2 ANNI (AGO 10)     IT2YT=TT   101,76   (+0,05)     3,471%
BTP 10 ANNI (AGO 18)   IT10YT=TT    96,07   (-1,22)     5,076%
BTP 30 ANNI (FEB 37)   IT30YT=TT    83,65   (-0,70)     5,163%
======================== SPREAD (PB) ===========================
                                           CHIUSURA PRECEDENTE
TREASURY/BUND 10 ANNI   YLDS5     -9               -10
BTP/BUND 2 ANNI         YLDS3     96               102
BTP/BUND 10 ANNI        YLDS5    120               100
BTP/BUND 30 ANNI        YLDS7     80                81
BTP 2/10 ANNI                      160,5              140,7
BTP 10/30 ANNI                       8,7               19,8
=================================================================