Decreto fiscale, decreto correttivo non in Cdm venerdì - fonti

mercoledì 29 luglio 2009 16:32
 

ROMA, 29 luglio (Reuters) - Il decreto legge di modifica del decreto fiscale da oggi all'esame del Senato non dovrebbe essere approvato questo venerdì dal Consiglio dei ministri ma in una riunione successiva, la prossima settimana o a fine agosto.

Lo riferiscono fonti politiche. Lo slittamento permetterebbe al Senato di approvare il decreto fiscale nel testo licenziato dalla Camera. Senza prima promulgare il decreto fiscale sarebbe in effetti difficile varare il provvedimento correttivo.

Il nuovo decreto modificherà, con tutta probabilità abrogandole, le norme che introducono una stretta sulle indagini della Corte dei conti e la parte dell'articolo 4 che priva il ministero dell'Ambiente del potere autorizzatorio sugli impianti di produzione energetica. Modifiche in vista anche per la tassa sull'oro, bocciata dalla Bce perché limita l'indipendenza della Banca d'Italia.

È iniziato intanto il percorso del decreto fiscale al Senato, dove si preannuncia la richiesta del voto di fiducia come alla Camera.

Secondo quanto riferiscono alcuni parlamentari è stato fissato per domani alle 10,00 il termine per la presentazione degli emendamenti in commissione. Sempre domani, nel pomeriggio, il decreto dovrebbe approdare in aula. Per il voto definitivo bisognerà attendere venerdì.