Monetario, sistema ingessato, depositi ancora molto alti

mercoledì 29 ottobre 2008 12:39
 

MILANO, 29 ottobre (Reuters) - Liquidità più che abbondante sul sistema interbancario europeo, ma la moneta continua a non circolare fra gli istituti di credito, come testimonia l'altissimo livello dei depositi overnight presso la Bce.

L'utilizzo dei depositi overnight remunerati al 3,25% presso la Bce è stato ieri pari a 215,850 miliardi di euro, come mostrano le statistiche aggiornate a stamane e disponibili alla pagina Reuters ECB40. L'utilizzo di depositi relativo a lunedì era stato di poco inferiore, 215,309. Si tratta di livelli molto alti, ma ancora relativamente lontani dall'ammontare record di lunedì a 239,576 miliardi di euro.

Il ricorso ai prestiti marginali erogati dalla Bce al tasso del 4,25% è stato invece pari a 20,306 miliardi.

"Non si vedono grossi segnali di disgelo" dice un tesoriere. "Il ricorso ai deposit facility ha superato anche ieri i 200 miliardi di euro. È una situazione paradossale, con gli importanti livelli di liquidità immessi dalla Bce nelle varie operazioni e la mancanza di fiducia tra banche, che porta ad una mancata circolazione sull'interbancario".

Stamane la Bce ha collocato 103,108 miliardi di euro attraverso il nuovo strumento del finanziamento a tre mese al tasso fisso del 3,75%. Anche in questo caso, come sta accadendo per i rifinanziamenti principali, ha soddisfatto tutte le richieste pervenute dalle banche, pari oggi a 223. L'operazione odierna ha regolamento sul 30 ottobre e rientro sul 29 gennaio.

La Banca centrale europea ha inoltre iniettato oggi altri 106,6 miliardi in dollari sul sistema bancario. L'istituto centrale ha collocato 92,136 dollari in un'asta a 7 giorni a tasso fisso e ha effettuato swap su euro per 14,509 dollari. Questa volta i fonti in asta sono stati collocati al 1,91% mentre la banca ha offerto un tasso a 1,2090 dollari e un 'fixed swap point', l'effettivo costo dello swap in valuta, a -3,03 punti swap.

Ieri, nell'asta settimanale di rifinanziamento a sette giorni al tasso fisso del 3,75%, la Bce aveva collocato i 325,1124 miliardi di euro, soddisfacendo le richieste di 736 istituti. L'operazione ha regolamento oggi e scadenza mercoledì 5 novembre.

Per i dettagli sulle operazioni vedere le pagine ECB17, ECB25, ECB26 ed ECB27.

"Si immette moltissima liquidità con le aste in euro e le aste in dollari, ma sul mercato si vede una forte discrepanza fra tutte queste immissioni e la distruzione della base monetaria con il ricorso ai depositi presso la Bce" dice ancora il tesoriere.   Continua...