Project finance Lombardia, -18% valore aggiudicazioni in un anno

lunedì 29 dicembre 2008 14:35
 

MILANO, 29 dicembre (Reuters) - Ancora crescita nel quadrimestre a ottobre ma dati anno su anno che segnalano un'innegabile discesa. E' questo il quadro sull'andamento del project finance in Lombardia, come emerge dal 19esimo Rapporto dell'Osservatorio Regionale sulla Finanza di Progetto.

Il valore dei progetti aggiudicati nei 12 mesi a ottobre 2008, spiega una nota, registra infatti un calo del 18% rispetto all'anno precedente (ottobre 2006 - ottobre 2007) e addirittura decresce del 90,7% rispetto al periodo ottobre 2005-2006. Il valore complessivo delle aggiudicazioni è pari a 3,8 miliardi, di cui soltanto 144,4 milioni nell'ultimo anno.

L'Osservatorio, curato da Regione Lombardia e Finlombarda in collaborazione con la Direzione Generale Casa e Opere Pubbliche, registra una diminuzione anche nel dato sull'incidenza degli appalti pubblici, che nel primo semestre 2008 crolla al 10,5% del totale dal 44,2% del 2005.

Un segno più si vede invece tra luglio e ottobre 2008, con un mercato lombardo della finanza di progetto e delle collaborazioni pubblico-privato in aumento del 27,8% rispetto allo stesso periodo 2007 e del 4,1% su marzo-giugno 2008.

In valore, gli investimenti al 31 ottobre sono pari a 10.287 milioni di euro.

Nel secondo quadrimestre, il numero delle iniziative si attesta a 446, in leggero calo (-0,9%) sul primo quadrimestre ma ancora in rialzo (+5,4%) rispetto all'anno precedente.

In dettaglio, su 10 progetti totali aggiudicati nell'ultimo quadrimestre, quelli di maggiori dimensioni con valore superiore a 10 milioni sono tre: un parcheggio con multisala cinematografica in superficie nel Comune di Pavia (14,3 milioni), un parcheggio nel Comune di Milano (12,8 milioni) e un sistema di teleriscaldamento nel territorio comunale di Montichiari (12,1 milioni). La maggior parte degli investimenti programmati e in gara sono riconducibili a Regione Lombardia ed enti del sistema regionale allargato (3,4 miliardi o 61,6% del totale).