Monetario, p/t 7 giorni non sorprende, attesa per asta un anno

martedì 29 settembre 2009 12:37
 

MILANO, 29 settembre (Reuters) - Monetario tranquillo in mattinata dopo che, come atteso, la Banca centrale europea ha collocato 66,7 miliardi, un importo inferiore a quello in scadenza (85 miliardi) in occasione della consueta asta di rifinanziamento settimanale.

"Ci si aspettava un range di 60-70 miliardi", osserva un tesoriere. "La riduzione è stata forte nel numero di controparti che sono scese a 244 da 332, il che significa che probabilmente le circa 90 banche che mancano all'appello andranno sull'asta a un anno", aggiunge.

Dopo la maxi iniezione di liquidità da 442 miliardi di euro di fine giugno, secondo un sondaggio condotto da Reuters fra 26 tesorerie a metà mese, la Bce collocherà mercoledì 125 miliardi di euro; ma le stime raccolte vanno da un minimo di 50 miliardi ad un massimo di 300 miliardi.

Il p/t a un anno e quello a tre mesi verranno annunciati alle ore 15,30.

L'overnight stamani quota a 0,23/33% over the counter KLIEMM dopo che ieri la media delle transazioni non garantite sul mercato interbancario ha avuto luogo ad un tasso Eonia dello 0,353% con volumi per 44,573 miliardi EONIA.

Se i tassi restano distesi l'Eonia dovrebbe subire un sussulto con la scavallo del mese e del trimestre in un range compreso fra lo 0,30 e lo 0,50.

"Io lo vedo a 0,45%", stima il tesoriere.

Ieri sera l'ammontare messo a deposito overnight presso la Bce è sceso a 110,999 miliardi e, secondo il tesoriere, oggi torneremo sotto i 100 miliardi perchè diminuisce la liquidità in eccedenza nel sistema.

"Domani (con il regolamento del p/t settimanale) vanno via 19 miliardi e l'eccedenza passa a 135 da 160 miliardi", osserva, sottolineando che non si tratta di un movimento di rilievo.   Continua...