29 dicembre 2008 / 11:41 / 9 anni fa

PUNTO 2 - It Holding verso proroga trattative Mensun oltre 31/12

(aggiunge precisazioni nota It Holding in terzo paragrafo, aggiorna quotazione)

MILANO, 29 dicembre (Reuters) - Verrà prorogata oltre la scadenza iniziale del 31 dicembre l‘esclusiva nelle trattative tra It Holding ITH.MI e la società Mensun dell‘imprenditore di Hong Kong Billy Ngok.

Lo riferisce a Reuters una fonte vicina alla situazione, confermando indiscrezioni stampa del weekend.

Una nota diffusa successivamente da It Holding precisa tuttavia che “non è stata al momento presa alcuna decisione riguardo l‘eventuale estensione delle condizioni di esclusiva oltre la scadenza del 31 dicembre 2008”.

“Viene prorogata oltre il 31 dicembre (l‘esclusiva), non si sa ancora a quando”, spiegava in precedenza la fonte, sottolineando che sia il nuovo AD, Pierantonio Nebuloni, sia i legali delle due parti sono al lavoro per definire gli ultimi dettagli dell‘accordo con Mensun.

L‘esclusiva riguarda le trattative con Mensun dopo la firma di un accordo non vincolante finalizzato al possibile trasferimento di attività di It Holding che, secondo indiscrezioni mai confermate, riguarderebbe Ittierre, la controllata che produce e distribuisce le linee in licenza.

Riguardo alla possibile proroga del pagamento della rata da 9,4 milioni del prestito sindacato guidato da Intesa Sanpaolo (ISP.MI), la fonte rileva che “It Holding è in attesa dei comitati delle banche del pool che dovrebbero riunirsi nei primi giorni del nuovo anno e dare quindi una risposta”.

La scorsa settimana, in concomitanza con la scadenza del 22 dicembre (già oggetto di una precedente proroga), il gruppo di moda e lusso proprietario del marchio Gianfranco Ferrè ha chiesto alle banche creditrici una nuova proroga al 18 aprile 2009, data di pagamento della successiva rata.

Si tratta di un prestito sindacato sottoscritto nell‘ottobre 2004 per un ammontare iniziale di 85 milioni scesi, a fine settembre 2008, a 29 milioni. Il prestito ha scedenza ottobre 2009 e prevede un piano di rimborso di nove rate semestrali.

Dai documenti societari emerge che è previsto il rimborso anticipato del prestito utilizzando i proventi derivanti anche dalla cessione di “beni iscritti tra le immobilizzazioni e in tutti i casi cessioni frutto di operazioni straordinarie”. E tra queste ipotesi potrebbe rientrare la cessione di Ittierre.

La vendita della controllata all‘uomo d‘affari di Hong Kong potrebbe comportare, secondo l‘opzione “change of control”, anche il rimborso immediato e per l‘intero valore del bond da 185 milioni, scadenza 2012.

Il titolo è sugli scudi da inizio seduta e intorno alle 17,15 è in asta di volatilità con un progresso teorico del 43%, dopo la flessione del 17% circa di martedì scorso.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below